Ragazzi in cammino sulla Via Francigena

Chi siamo

Mamma e papà over 50 e tre ragazzi in crescita: due figli e un nipote. Diverse personalità, sensibilità e sogni nel cassetto. Una famiglia in cammino.

Paolo

Dopo anni passati a correre senza fermarmi, voglio sedermi e ricominciare a camminare. In viaggio per trovarsi, ritrovarsi, reinventarsi, conoscere e fare nuovi incontri. La vita è piena di occasioni, a volte siamo troppo presi e non le scorgiamo.



Monica

Appassionata della mia famiglia e della vita. Inguaribile ottimista, penso che anche dalle cose negative, come dagli errori fatti, bisogna trarne insegnamenti. Come nel cammino sbagliare sentiero ti porta talvolta su una strada migliore.



Giorgio

Pratico pallanuoto, ma ho anche una forte passione per il gioco del calcio, di cui amo discuterne con mio papà. Adoro camminare nella natura.



Giulio

Oltre ad altri sport pratico rugby. Per me fare un cammino non è solo per fare attività all’aria aperta, ma viaggiare anche nella storia e nella natura.



Irene

L’acqua è il mio elemento, ma talvolta i miei mi costringono a uscirne e a camminare con loro. Amo indossare le mie cuffie per ascoltare la musica, liberando la mente e facendola viaggiare.





Cosa ci aspettiamo

Genitori

Caldo, sudore, fatica e dolore fisico, ma soprattutto il contatto con la terra e il respiro di ampi cieli, il parlare nel silenzio di cose mai dette e le risate chiassose. Ridurre all'essenziale il quotidiano: mangiare, bere, dormire, camminare e continuare, basta così.

Quello che mi aspetto da questo viaggio è di scoprire di avere ancora voglia di camminare, di lasciare liberi la mente e il corpo, di andare, di incontrarsi e di scontrarsi, di comunicare con altri che, come te, si muovono in un ambiente in parte sconosciuto, lungo sentieri ignoti, con una meta comune e condivisa, magari a testa alta e con il sorriso sulle labbra... spero solo che la forza sia con noi.

Questo sarà  un viaggio per trovarsi, ritrovarsi, reinventarsi, conoscere e fare nuovi incontri. La vita è piena di occasioni, a volte siamo presi a correre e non le scorgiamo.

Figli

Non ho idea di ciò che ci aspetterà sulla Via Francigena, ma se dovessi fare una previsione, direi che sarà una fantastica esperienza: compagnia, divertimento, avventure, ma anche difficoltà e decisioni da prendere.

Io nutro la speranza di avere un bel ricordo di quanto avremo fatto non appena questa magnifica esperienza sarà finita.

In questo viaggio dovrò sopportare tutta la mia famiglia.

Da questa avventura mi aspetto fatica, sudore e di sentirmi sfinito, ma penso che arriverò fino in fondo grazie agli amici che mi accompagneranno durante il lungo tragitto. Non mi aspetto di riuscirci facilmente, senza problemi, ma ho voglia di farcela.

Questo viaggio, questo cammino che affronteremo è per me una grandissima incognita. Non sono una sportiva, non mi piacciono gli sport, e a dire la verità sono anche piuttosto pigra. Sono piuttosto scettica: non credo sia un'esperienza per me e ho paura di non poterla apprezzare, almeno adesso. 

Spero di farmi trascinare dall’entusiasmo dei miei compagni e di vivere al meglio questa esperienza. Potrebbe anche essere una nuova bella scoperta. In fondo dicono che fa bene anche all'anima allontanarsi dalle esperienze quotidiane e dalle comodità a cui siamo abituati. Anche se una bella, confortevole, rilassante vacanza al mare, certamente non mi sarebbe dispiaciuta.

Diario di bordo

Cosa ci aspetterà? Tutta la storia, partendo dalla nascita dell’idea all’arrivo fino a Roma. In mezzo un racconto fatto di immagini, pensieri, risate, dolori e minacce di ammutinamento o abbandono.

Leggi

Cammina con noi

 Seguici sui social

oppure...

Scrivici